Ragazzi di camorra


Parlare di camorra ai ragazzi è parlare di ragazzi di camorra, di storie di giovani cresciuti troppo in fretta, di adolescenti che abbandonano la scuola per conquistare il diritto ad essere considerati adulti, a diventare camorristi. Lo spettacolo si ispira a una storia vera: l’omicidio di Gelsomina Verde, una ragazza di ventidue anni torturata e uccisa a Scampia perchè colpevole di aver avuto una relazione con un giovane del clan rivale. E’ il 21 novembre 2004: da poco è scoppiata la guerra di camorra tra il clan Di Lauro e gli scissionisti, una faida che in un paio d’anni provocherà decine di morti ammazzati, molti innocenti. Come Gelsomina Verde. Camorra, mafia, ‘ndrangheta: le parole sono diverse ma la storia è sempre quella, come le vite dei ragazzi educate alla violenza, che è uguale dappertutto. I protagonisti dello spettacolo sono due giovani amici e una ragazza che crescono in una città che forse è Napoli ma non è necessario che lo sia, che vivono in un quartiere popolare dove le regole sono diverse, dove si lotta ogni giorno per affermare il proprio potere, dove l’unica strada che ti viene offerta, se vuoi fare carriera, è quella di percorrere le tappe dell’educazione criminale: furti, scippi, rapine, droga, omicidi. Il ragazzo più grande insegna al più piccolo a difendersi, a lottare, a emergere dalla palude in cui rischiano di affogare tutti quelli come loro. Li unisce un’amicizia fortissima, come è forte l’amore che nasce tra il più piccolo e una ragazza del posto. Ma amicizia e amore sono parole consumate dall’uso nei messaggini che i giovani si scambiano in continuazione, parole che non hanno senso finchè non arrivano davvero, quando meno te lo aspetti, quando ormai è troppo tardi per tornare indietro. Niente può resistere alla violenza. Nemmeno l’amicizia di due giovani che hanno condiviso tutto. Nemmeno l’amore puro e intenso di una ragazza di vent’anni.


NOVITA’ 2011

con
Orazio Cerino
Giovanni D’Amato
Maria Luna Chiucis

Scritto e diretto da
Mirko Di Martino

aiuto regia
Melissa Di Genova

Durata: 70 min.